Archive for luglio, 2009

“Qui si fa l’Italia, o si muore”. Giuseppe Garibaldi (Patriota Italiano). Se è vero che la Storia la scrivano i vincitori e non i vinti, è vero anche che in tempi di revisionismo scellerato come quelli che viviamo, l’Italico eroe sia discreditato nella persona e di ridimensionato nelle gesta. In effetti, capita sovente che egli venga dipinto […]

Una foresta Vietnamita rasa al suolo dal Napalm. Questa è la visione che ho avuto in questi giorni, osservando l’Italia in fiamme. Boschi secolari e verdi colline devastati irrimediabilmente e ridotti a lande desolate, così come irrimediabili sono i danni alle case di sfortunati cittadini e a tanti animali al pascolo “rimasti” tra le fiamme.

Non ci resta che piangere… Eh si, al cospetto dell’ennesima questione di fiducia posta dal Governo in carica, non c’è altro da fare. Mi pare di vivere a Frittole, nel millequattrocento, quasi millecinque, anziché nell’Italia del XXI secolo.

Tutti d’accordo anche stavolta, avevate forse dei dubbi? Mi riferisco alle ordinanze che – in assenza di una normativa Nazionale – alcuni Comuni hanno deciso di emanare, perché fossero vietati vendita, consumo, detenzione, cessione e somministrazione di bevande alcoliche, ai minori di 16 anni d’età.

  Due pesi e due misure, o meglio, il bastone e la carota… Sarebbero numerose le metafore utili per descrivere in che maniera scialba ed incongruente, la diplomazia internazionale si muova nel tentativo poco convinto ed affatto fruttuoso, di trovare la giusta soluzione alle tante problematiche politiche, che si osservano in varie aree del mondo.